Torna Dal 2 al 20 marzo 2016

Da mercoledì a sabato
ore 21.00
domenica ore 16.30

LA CONFESSIONE DI AGOSTINO
Una vita in gioco tra guardie e ladri

spettacolo scritto e diretto daGianfelice Facchetti
conClaudio Orlandini
musiche dal vivoRaffaele Kohler
scene e costumiVittoria Papaleo, Marta Tonetti
immagineFilippo Robboni
produzioneCompagnia Facchetti-DePascalis
Spettacolo patrocinato daAmnesty International Italia e Associazione Antigone


“Mi chiamo Agostino, ho cinquantasei anni e vivo in una casa lavoro, si chiama così il limbo in cui mi trovo a penare. Non assomiglia per niente a una casa, e' galera, con porte blindate e angeli poliziotti a vegliare sulla mia noia. Sotto il tetto in cui sto scontando il mio 'ergastolo bianco' non ho alcun mestiere a cui dedicarmi, giusto una manciata di giorni al mese faccio lo 'scopino', pulisco il passaggio di chi striscia inerte accanto a me. Da bambino sognavo un mondo ordinato, per questo diventai sbirro; il gioco d'azzardo mi fece cadere, per questo diventai ladro. Mi chiamo Agostino e sogno la libertà.”