Loading color scheme

MI VOLEVA LA JUVE - Teatro Trivulzio di Melzo


22 Ottobre ore 21.00

Teatro Trivulzio, via Vittorio Emanuele II n.1, Melzo

 

 

con Giuseppe Scordio

testo e regia di Gianfelice Facchetti 

produzione Spazio Tertulliano

 

 

Il calcio come metafora della vita. La vita come metafora del palcoscenico.

Un pallone che ruota come il mondo e troppo spesso il mondo preso a calci come un pallone.

Un emozionante, straordinario e disarmante racconto autobiografico.

Giuseppe Scordio racconta la sua storia, la sua giovinezza segnata dal calcio e dalla corsa alla serie A all'incontro con Giulio Bosetti e il teatro.

"Mi voleva la Juve" è la storia vera di un bambino, Giuseppe, cresciuto allo Stadera, un quartiere di periferia di Milano degli anni Settanta. Da una parte una famiglia numerosa, in cui il bambino prova a ritagliarsi il proprio posto; dall'altra la strada, una specie di "Selvaggio West" in cui si è costretti a scegliere in fretta da che parte stare. 

Unica via di fuga: il campetto da calcio del quartiere, una piccola landa dove far correre i sogni insieme ad altri bambini, fino a cadere con la faccia nella polvere.

La purezza del gioco a un certo punto svanisce, la strada si porta via i compagni e l'illusione di una vita all'attacco. Giuseppe arretra, tocca difendersi e alla fine in un luogo imprevisto chiamato teatro trova l'unica cosa che conta. 

 

 

 

PER INFO E PRENOTAZIONI:

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

02 92278742